Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 6 maggio 2011

anelletti al forno alla palermitana


Eccoci qui all'appuntamento mensile con Ornella, Anna e Tamara, che ogni mese propongono una ricetta da fare o appunto da rifare e rinterpretare e finalmente ho capito solo questo mese che si pubblica tutte assieme il 6 del mese!


Sorry ma i mesi precedenti ho pubblicato quando potevo solo perchè non avevo capito :-)

Nonostante le mie origini siciliane non avevo mai mangiato in quel di Caropepe questo sformato, innumerevoli versioni di paste con le belle melanzane fritte, basilico e la ricotta salata ma questa versione mai.
E' stata scelta una versione dello chef Andrea Matranga, e per me è stata una bella scoperta non solo questa ricetta ma anche questo chef mi piace molto.
Questa pasta al forno è un piatto tipico della cucina siciliana, mi hanno riferito che la domenica sulla spiaggia di Mondello non è difficile trovare famiglie che mangiano tranquillamente seduti sotto l'ombrellone questi anelletti!
All'inizio avevo paura di non trovare questi anelletti qui a Milano e già mi stavo dirigendo verso un tipo di pasta che somigliasse, invece inaspettatamente li ho trovati subito nel super dove vado sempre, di una nota marca di pasta:


Prima di prepararli sono stata angosciata da visioni pessimistiche che non riuscivo a sformare su un piatto da portata per fare la foto ovviamente e ho pensato e ripensato quando sformare? Da freddo? Freddo di frigorifero? Tiepido? Chiedo a Dauly, ma tu quando lo hai sfornato si è mantenuto della stessa forma?
Insomma pensa che ti ripensa che ho pensato di fare una monoporzione, foto sopra, così se lo sformato nella teglia grande si disintegrava lo scatto era assicurato :-)
Wow, sono andate bene tutte e due le versioni, sformato da tiepido, la monoporzione, e sformato da freddo, il grande!

La ricetta di Andrea Matranga è questa:


Ingredienti per 6 persone

500 gr di anelletti
4 melanzane nere
1,5 lt circa di salsa tipo bolognese con piselli
500 gr di besciamella
200 gr di prosciutto cotto
600 gr mi mozzarella
4 uova sode ( versione catanese)
pangrattato q.b.
pecorino grattugiato q.b.



Procedimento:

Tagliare le melanzane per lungo immergerle in acqua e sale, strizzare e friggere. Contemporaneamente in una teglia da forno spalmate dell'olio facendo attenzione che ogni sua parte sia ben unta servirà a far aderire il pangrattato che andiamo subito dopo a mettere.
Una volta fritte le melanzane asciughiamole dall'olio superfluo e adagiamole sulla teglia. Cuociamo la pasta lasciandola quasi cruda perchè finirà di cuocere in forno.
Scoliamola e mischiamola alla salsa tipo bolognese e besciamella, mettiamo un primo strato dentro la teglia e poi mettiamo il prosciutto la mozzarella e per ultimo il pecorino, ricopriamo con il resto della pasta e inforniamo a 180° per circa 25 minuti.
Sformiamo e buon appetito.


questa è la versione grande, messa nello stampo a cerniera da 24 cm


Che dire, sarà che io adoro le melanzane, ma ora sarà difficile mangiare una pasta al forno *normale*, perchè oltre al ripieno filante della mozzarella e del gustoso prosciutto, quando ti capitano i pezzi di melanzana in bocca per me è l'estasi! No non mi prendete per pazza :-D

Ah, dimenticavo, avevo cucinato con cura i piselli in un tegamino a parte, ma li ho dimenticati in un angolino del tavolo, quindi anche non volendo, la mia versione è diversa, è SENZA PISELLI.

Altro consiglio che mi sento di dare, NON USATE LO STAMPO A CERNIERA, perchè da fredda la pasta viene giù che è una bellezza visto che le melanzane sono belle unte, no perchè ho scoperto che la teglia con la cerniera apribile ha perso goccia dopo goccia tutto l'olio giù nella base del forno, che ha cominciato a fumare per tutta la durata della cottura, insomma, una tradedia! Quindi oltre alla puzza per tutta casa, quel giorno c'è mancato poco che chiamassi i pompieri per pulire la cucina, forse con un estintore, forno a parte, avrei fatto prima, schizzi di olio dappertutto, schizzi di ragù ovunque, vabbè ma ne è valsa la pena!

Arrivederci al prossimo mese di giugno con una ricetta giapponese, la japanese sponge cake, qui a preparare lo stampo mi verrà da ridere!


25 commenti:

  1. anche se non sono di Palermo conosco bene questa pasta,( sono di vicino Palermo ) ed è ottima,la teglia si può sempre foderare con carta forno bagnata e strizzata per farla aderire bene e poi si sforma che è una meraviglia,
    ciao cara buon weekend

    RispondiElimina
  2. Che fortunate voi ad avere il supermercato che vende gli anelletti sotto casa.
    Penso che, anche a girare tutto il Giappone non ne avrei trovato neanche che vende gli anelletti, sigh!
    Sono stupendi entrambi, la monoporzione e la teglia grande.
    Stella, mi prendo la foto con il link da inserire nel mio post.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Non conosco questa pasta, ma che buona deve essere! Bacioni e buon week-end.

    RispondiElimina
  4. Stella ciao sono Tamara, io ho dovuto usare le zucchine perché mio marito è allergico alle melanzane, e comunque è buonissima, pensa io faccio la parmigiana di zucchine ed è stupenda...prendo la foto, ciao

    RispondiElimina
  5. mamma miiiia! che cosa dev'essere!! già mel'ero gustata stamattina da Dauliana!!! gnammiii!!!

    RispondiElimina
  6. @ Franca la prossima volta uso una teglia normale ;-)

    @ Anna un abbraccio a te!

    @ MCristina si buonissima è dir poco!

    @ Tamara ciao, anche io adoro la parmigiana di zucchine!

    @ Eleonora ciao :-D

    RispondiElimina
  7. Stella cara, te lo posso assicurare che alla domenica si porta la pasta al forno in spiaggia,(e non solo, pranzo completo) visto con i miei occhi.. e se ti capita magari di avere portato solamente qualche frutto da mangiare devi scappare perché non resisti, troppo buona! Ed è troppo bello vedere come le famiglie si divertono in spiaggia! Stupende le tue versioni, mi prenderei una porzione all'istante! Mi devo accontentare della foto e del link! Grazie tanti baci buon fine settimana!

    RispondiElimina
  8. Che bontà questo piatto...ho provato a riproporlo ed è una vera delizia.

    ti è venuto benissimo.

    complimenti.

    RispondiElimina
  9. Una meraviglia... me ne mangerei un piattone immediatamente. Ricetta copiata, bravissima

    RispondiElimina
  10. grazie per essere passata.Il tuo blog e' molto interessante.Alla prossima.

    RispondiElimina
  11. Anche io lo faccio sempre lo sformato con gli anellini, ma non avevo mai fatto la cornice di melanzane, buonissimo

    RispondiElimina
  12. Silvia complimenti!!!!!! questa ricetta sembra buonissima!!!! non l'ho mai mangiata ma dalla foto e' proprio invitante!!!!
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  13. Che bel primo gustoso e saporito e sicuramente orginale! Ma non vedo l'ora di vedere lo psonge giapponese!!!!

    RispondiElimina
  14. @ Ornella ci credo ci credo :-) Buon w-e!

    @ Alice quindi lo hai provato anche tu eh!

    @ Donatella grazie!

    @ Veronica ciao!

    @ Kika e figurati se non li conoscevi tu gli anellini, buongustaia :-)

    @ Nicoletta e allora mettiti subito all'opera!

    @ Claudia dovrai aspettare un mese :-)

    RispondiElimina
  15. eccomi, mi sto facendo il tour degli anelletti e devo dire che mi sta venendo voglia di farli ancora! come ti ho detto su fb, la tua ricetta è succulentissima!

    RispondiElimina
  16. grazie stella hai fatto un bel lavoro,sono felice che la mia versione di anelletti vi sia piaciuta! un abbraccio siculo!

    RispondiElimina
  17. Mannaggia, convinta di aver lasciato il comento :-( uffa..ma non ci sono commenti è prorpio goloso..anche senza "piselli" ;-)

    RispondiElimina
  18. @ Dau la mia versione è succulenta perchè ho messo una marea di sugo, a me il ragu non piace :-)

    @ Andrea addirittura lo chef in persona mi ha risposto, wow :-D

    @ Matematicaincucina hai ragione!

    @ Libera buona giornata, bacio!

    RispondiElimina
  19. queste torte di pasta in sfoglia rapiscono sempre la mia attenzione, questa è davvero buona, te la copio e breve per una cena! ottima!

    ps niente male anche la pavlova :P

    RispondiElimina
  20. Gio anche io domenica prossima ho un pranzo e li rifaccio, casomai metto uno strato di melanzane anche in mezzo :-)

    RispondiElimina
  21. ciao stella piacere di conoscerti

    RispondiElimina
  22. ciao a tutti/e, ma dove posso trovare gli anelletti a MI ? ho girato 5 supermercati in zona BandeNere / De Angeli e non l'ho trovata.... :(

    RispondiElimina
  23. Ciao Danilo io li ho visti all'esselunga marga de cecco, oppure al natura si, io li prendo in un ingrosso di frutta e verdura perchè hanno tutti prodotti pugliesi e siciliani! ciao

    RispondiElimina
  24. sono palermitana ma le uova le metto ugualmente xche ci stanno che buona mi ricorda la mia nonnina... ma io ci metto la soppressata o pezzetti di salame. il sugo non è semplicemente un bolognese si mettono i chiodi di garofano e anche l'alloro.(i piselli non li metto io)

    RispondiElimina