Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 26 novembre 2013

DHAL (piatto indiano di lenticchie rosse) per lo starbook redone





Questo dhal non lo conoscevo e quale occasione migliore di provare piatti "stranieri" se non replicare quelli pubblicati dalle mie starbookine preferite?
Tra l'altro la cucina indiana è tra le mie preferite, ma non avevo mai cucinato le lenticchie in questo modo, che tra l'altro in casa ho sempre, per rendere più vellutate e ricche i passati di verdura, metto sempre un cucchiaio di lenticchie decorticate queste rosse, oppure i pisellini sempre decorticati, e le fave anche!
Questa ricetta è stata tratta dal libro di Hugh Fearnley- Whittingstall, The River Cottage VEG che è stato scelto dalle starbookers per il mese di settembre, un'altra celebrità britannica che non conoscevo.

Il dhal è un piatto indiano a base di lenticchie, ovviamente si possono usare tutti i tipi di lenticchia, bianca, rossa o le nostrane, in questo caso avendo la buccia bisognerà frullarle per avere una bella crema.
Esistono moltissime ricette ovviamente abbinate a tutte le spezie, che in questa ricetta sono fondamentali.
Questa prima volta ho provato questa ricetta presentata in questo libro, ci è piaciuta moltissimo, vista la nostra propensione ad una alimentazione vegetariana, ma le prossime volte proverò sicuramente accostamenti con spezie diverse.
Noi l'abbiamo mangiato con questo meraviglioso pane, una cenetta medio-orientale davvero perfetta.
Il giorno dopo con qualche cucchiaio avanzato ci ho fatto delle bruschette da urlo!
Tipo antipasto, ho fatto grigliare sotto il grill alcune fette di pane, poi ancora bollenti le ho strofinate con aglio, ho messo qualche cucchiaio tiepido di dhal e un filo di olio.


DHAL
per circa 4 persone

250g di lenticchie rosse
un cucchiaino di curcuma 
sale, circa mezzo cucchiaino abbondante
2 cucchiai di olio di semi di girasole
un cucchiaino di semi di cumino nero (semi di nigella)
una cipolla non troppo grossa

Mettere le lenticchie in una pentola capiente insieme a 800ml di acqua fredda.
Appena il tutto raggiunge il bollore abbassare il fuoco, eliminare eventuale schiuma dalla superficie e unire la curcuma e il sale.
Far cuocere scoperto per circa 15 minuti (ma a me dieci minuti sono stati più che sufficienti) girando vigorosamente di tanto in tanto.
Le lenticchie dovranno disfarsi fino a essere praticamente cremose.
Se il composto dovesse asciugarsi troppo aggiungere pochissima acqua bollente.
Mentre il dhal cuoce versare l'olio in una padella. Tostarvi i semi di cumino nero per al massimo un paio di minuti, quindi unire la cipolla affettata sottilmente.
Farla cuocere per 5/10 minuti, finchè brunita.
Versare il composto di semi di cumino e cipolla sulle lenticchie cotte, coprire con un coperchio e far riposare senza mescolare per 5 minuti.
Quindi assaggiare e regolare eventualmente di sale.
Volendo si può cospargere con prezzemolo, menta o coriandolo ma non è fondamentale.
Buonissimo tiepido o a temperatura ambiente.

4 commenti:

  1. fantastica!!!! adoro la cucina etnica e questa te la copio subito!!!!!

    RispondiElimina
  2. Carissima, ma che piacere!! Anche questo blog e' bellissimo e ricchissimo! Il dhal l'ho provato e mi piace molto! Ma vedo che seguiamo gli stessi blog, ma come e' possibile che ancora non ci siamo incrociate qui? Bhe meno male allora che oggi ci siamo conosciute!
    Un abbraccio cara e spero di vederti presto!!

    RispondiElimina
  3. ...Ed ecco un altro piatto che prima o poi devo fare: il Dahl!!!!
    Bravissima Silvia!!!!

    RispondiElimina