Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 8 febbraio 2012

flan di carciofi


Fra un po' è San Valentino e io non trovo per niente utile stare li a pensare un menu adatto a quella sera, basta fare tutto a forma di cuore, no? :-D

L'importante è mangiarlo con amore e con l'amore della tua vita, ommammamia come sono romantica, basta chiuso stop!

Questo mese di febbraio è anche il mese di Loredana, la recipe-tionist di febbraio, il contest organizzato da Flavia, da lei tutte le regole, che ci ospita nel suo blog e ci invita a riprodurre una sua ricetta ma c'è un pero', bisogna riprodurla aggiungendo, togliendo o sostituendo un solo ingrediente!



Io appena ho letto l'elenco delle ricette di Loredana ci saranno state subito una decina che avrei voluto riprodurre, nonostante il suo blog ha solo 1 anno è pieno di ricette davvero favolose, ma appena ho visto il flan di carciofi, ho detto subito, è mio!

Poi mi sono anche divertita a leggere la sua antipatia per tale verdura, perchè si butta via metà delle foglie, insomma i miei non sono belli come i carciofi romaneschi di Loredana ma ci ho preso gusto a fotografarli, qui a Milano i romaneschi li compri in gioielleria, quindi non li compro praticamente mai!



Secondo me è l'alimento più buono che c'è, peccato che qui non se ne trovano di buoni, potrebbe essere un buon motivo per trasferirsi? :-D

Veniamo alla ricetta di questo flan, che io preferisco chiamarlo con l'italianissimo nome SFORMATO, che in onore di Loredana l'ho fatto anche a impatto quasi 0, visto che ho riciclato anche alcune foglie che erano da buttare, eh eh :-D


  • 4 carciofi
  • 3 uova
  • 100 gr parmigiano grattugiato
  • noce moscata
  • burro
  • farina
  • sale
Pulire i carciofi,tagliarli a fettine, farli imbianchire in una bacinella con acqua e limone.
Scolarli e metterli in una padella con un paio di cucchiai di olio e lasciar cuocere fino a quando non saranno teneri, aggiustare di sale.
Versare in in bicchiere e frullare con il minipimer, aggiungere il parmigiano, le uova, la noce moscata.
Imburrare uno stampo rotondo, io ho preferito 6 monoporzione, ho usato degli stampini da soufflè, e cospargere di farina, versarvi il composto e cuocere un forno caldo a 180° per 40' circa.




L'unico elemento che ho aggiunto, non dentro gli sformatini ma come accompagnamento è stata della semplice ricotta di pecora, che l'ho pressata dentro degli stampini e fatta cuocere al forno assieme agli sformati tanto per far fare sopra la crosticina.


Sopra le ricottine ho messo semplicemente le bucce dei carciofi, le foglie interne che andavano buttate, tagliate a julienne sottili sottili messi a macerare con il succo di limone, e conditi con olio e sale, tutti ingredienti che servivano per la preparazione dei carciofi.


Secondo me la ricotta di pecora si sposa benissimo con il sapore di questi sformati, davvero un grazie di cuore a Loredana, chissà perchè non ci avevo mai pensato di farli ai carciofi, eppure io sono una fanatica degli sformati :-)

19 commenti:

  1. Wow Stella, che bel piatto hai creato !
    Io sono un po' come Loredana, il fatto di dover buttare via la metà dei carciofi mi fa venire un nervoso !!!!

    RispondiElimina
  2. bellissimi per il tema di s.valentino e buonissimi per il palato..
    lia

    RispondiElimina
  3. Concordo! Non si possono puttare via troppe goglie dei carciofi!! Sono così buoni!! ;)
    Nel mio blog è settimana all'insegna dei carciofi quindi ...potrei fare un pensierino al tuo flan ;)
    bacio

    RispondiElimina
  4. @ Mascia davvero? Bho, io non ci penso invece, se una verdura mi piace e ha il suo scarto pazienza :-D

    @ Lia si proprio così, bacio!

    @ Benedetta sono passata da te adesso, visti i tuoi carciofi ;-)

    @ Memole appetitoso è dir poco, credimi!

    RispondiElimina
  5. che bella idea da realizzare per san valentino:)
    se passi da me c'è un regalo che ti aspetta!

    RispondiElimina
  6. e ce lo sapevo che non dovevo passare di qua adesso..... mi è tornata fame!!!! Grazie Stella..ti linko subito così anche Loredana potrà ammirare il tuo piatto, un bacione e sempre grazie

    RispondiElimina
  7. Noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo, non dirmi che eri a IG che faccio KaraKiri :-( io, per scaramanzia l'ho tenuto segreto fino quasi ala fine...viste l'esperienze passate, ma ormai sono lanciata..ho visto "el craco" che rimanga dov'è :-D

    RispondiElimina
  8. grazie a te, Stella, bellissima la presentazione romantica e ancora più bello l'abbinamento con la ricotta infornata, ancora più romantica!!!
    grazie davvero di "cuore" ;)
    loredana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Loredana grazie a te dell'ospitalità :-)

      Elimina
  9. Indubbiamente la forma a cuore colpisce, ma l'abbinamento con la ricotta infornata.... ti stende! Adoro i carciofi (oggi ne ho acquistati una decina al mercato e mi sa che faticheranno ad arrivare a domenica) quindi questi flan sono perfetti per me!
    Bella ricetta e bella foto.
    Nora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nora ti giuro che il sapore della ricotta di pecora così forte si sposa benissimo con il sapore delicatissimo di questo flan, davvero credimi :-D baci

      Elimina
  10. Ma bellissimi e ottimi questi cuori di carciofi!!! Adoro i carciofi e li preparo spesso in vari modi...visto che il mio paese è circondato da piantagioni di carciofi!!!
    Abbracci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai beata te circondata dai carciofi, sarebbe il mio sogno :-D

      Elimina
  11. Cara Stella, vedo con piacere che anche tu sei una amante dei carciofi. Questo cuore lo dimostra ampiamente. Stupendo. Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina