Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 23 marzo 2013

pastiera di grano frullato





































Manca poco oramai a Pasqua e tutti aspettiamo per gustare una bella pastiera!
Mi ricordo ancora quando vivevo con i miei genitori e nessuno in casa la sapeva fare che tristezza passare la Pasqua semplicemente con la colomba comprata :-( 
Poi mia madre ha sempre avuto amiche che gliela regalavano, ma a volte capitava di rimanere senza, insomma, per dirla breve, sono proprio orgogliosa di aver imparato a farla, e questa versione è nuova nel mio blog, perchè il ripieno è frullato, per la gioia di chi non ama particolarmente masticare i chicchi di grano! Diciamo che è una bella via di mezzo tra la versione tradizionale e la versione con la crema pasticcera, in quanto il ripieno risulta appunto più cremoso.
Poi per tenere a bada il colesterolo io oramai faccio sempre la frolla all'olio, che poi parlare di colesterolo dentro la ricetta di una pastiera, insomma, non ha tanto senso, ma anche per le uova mi sono limitata al minimo indispensabile :-D

Dosi per uno stampo da 23 cm. (va bene anche 26 cm)
14 porzioni da 330 calorie cad.

Per la frolla all’olio:
350 gr farina 00
2 tuorli
130 gr zucchero semolato
100 gr di olio di arachidi (anche meno fare a occhio)
un pizzico di sale
buccia di un limone grattato

Lavorare lo zucchero con i tuorli, aggiungere tutti gli ingredienti e in ultimo l’olio a filo piano piano, se la pasta prende anche soltanto 80 gr di olio è meglio, avvolgere in pellicola trasparente e far riposare in frigorifero almeno 30 minuti.

Per il ripieno:
400 gr di grano
150 gr di latte
un cucchiaio di burro
250 gr di ricotta vaccina
250 gr di zucchero
3 uova intere
una bustina di vanillina
un cucchiaino di polvere d’arancia
50 gr di zenzero candito

versare 380 gr di grano in un pentolino con 150 gr di latte e un cucchiaio di burro.
Far bollire e mescolare fino ad ottenere una crema. Frullare con il minipimer e far raffreddare.
Aggiungere 250 gr di ricotta sbattuta con lo zucchero e 3 uova intere, una bustina di vanillina, la ricetta originale prevede una fiala di fiori d'arancio ma io non sopporto questo aroma, quindi da quando ho preparato la polvere d’arancia uso sempre quella, ne ho messo un cucchiaino abbondante, e lo zenzero candito.
Foderare una teglia con la carta forno e stedere la frolla, mettere tutto l'impasto di grano e ricotta e formare i decori con la rimanente frolla.
Infornare a forno già caldo in funzione statica a 180° per un'ora e mezza.
Quando è fredda farla riposare in frigorifero per almeno 2 giorni prima di mangiarla, in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene tra di loro.
Tirarla fuori dal frigo almeno 2 ore prima di mangiarla e spolverare, se piace, con abbondante zucchero a velo!


10 commenti:

  1. Fantastica ti e` venuta benissimo...
    fra

    RispondiElimina
  2. a me infatti non piacciono i chicci, il profumo è ottimo ma poi non riesco a magiarla, ottima idea la tua, è bellissima!!!
    ciao :-)

    RispondiElimina
  3. Anch'io amo fare questa pastiera col ripieno frullato, ciò che non ho mai provato e' la frolla all'olio, mi hai dato un'ottima idea!! Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  4. Meravigliosa, molto alta, come piace a me!!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao Stellina, mi hai dato la scusa per farmi la pastiera (che mi piace moltissimo) perché frullata e con la frolla all'olio non l'ho mai provata! Grazie e buona Pasqua, baci a presto

    RispondiElimina
  6. Adoro la pastiera e questa tua versione è davvero succulenta! :o)
    Complimenti e Buona Pasqua!
    Lory

    RispondiElimina
  7. Bellissima la tua versione della pastiera! Un abbraccio, serena Pasqua a te e famiglia

    RispondiElimina
  8. I miei parenti paterni campani la fanno col grano frullato, quelli molisani lo lasciano intero ed addirittura la cuociono nel forno a legna conferendogli tutto un altro sapore, molto più rustico.

    RispondiElimina