Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 13 novembre 2013

Torta alle pere e mandorle con streusel per lo Starbook Redone



Appena ho visto il libro proposto questo mese ho pensato: SONO ROVINATA!
Infatti appena ho visto questa torta non ho potuto fare a meno di andare in cucina e prepararla!
Caspita pero' pensavo di pubblicarla il primo mercoledì del mese, avete cambiato le regole del redone?
Bho, comunque sia eccomi qua, e ringrazio veramente tanto queste fantastiche donne che ci fanno scoprire ogni mese libri che mai sognerei l'esistenza!

La torta sembra scura rispetto a quella che ci propone Ale ma giuro che la farina che ho usato è bianca, e non integrale, forse perchè ho usato uno zucchero di canna molto grezzo e invece della farina di mandorle ho usato le mandorle intere con la buccia frullate, quindi è scurito parecchio l'impasto, una torta davvero molto buona, aromatica, non avevo considerato che lo streusel che la ricopre ricorda molto bene il classico crumble che io adoro.

Per praticità invece di uno stampo tondo ho usato uno da plum cake.

Da Delia's cake - Hodder & Stoughton Ltd -  Pear & Almond cake with streusel topping - p. 215

in rosso le mie note

Ingredienti per 6-8 persone


Per la torta


110 g di farina autolievitante*
1 cucchiaio raso di lievito in polvere per dolci

50 g di burro morbido

50 g di zucchero di canna fine
50 g di mandorle macinate
1 uovo grande
poche gocce di essenza pura di mandorle  

un pizzico di sale
3 cucchiai di latte
2 pere mature, sbucciate, senza torsolo, tagliate in quarti, e ogni quarto tagliato in tre fette

Per la copertura
50 g di burro fuso
75 g di farina autolievitante
50g di zucchero di canna grosso
40 g di mandorle a lamelle (io intere)
zucchero a velo, per spolverare

Uno stampo tipo pan di spagna (con fondo amovibile) da 20 cm di diametro, leggermente imburrato, con la base foderata con carta forno. 
Io ne ho utilizzato uno da plum cake perchè pensavo di surgelare qualche fettina, in realtà la torta è finita prima che diventasse fredda!!!
*In Italia la farina auto-lievitante non è molto diffusa, ma si può tranquillamente preparare in casa. Da un po' di tempo seguo il "metodo Mapi": setaccio insieme 500g di farina bianca 00 o 0 e una bustina di lievito per dolci, e conservo tutto in una scatola, pronta all'uso.

Preriscaldare il forno a 200°C - gas mark 6
Setacciare la farina e il lievito in una ciotola capiente, tenendo il setaccio abbastanza alto rispetto alla ciotola, in modo da arieggiare bene la farina, poi unire tutti gli altri ingredienti, tranne le pere. Lavorare il composto ottenuto con una frusta elettrica, per circa 1 minuto, fino ad ottenere una consistenza liscia e cremosa. Versare il composto, a cucchiaiate, nello stampo imburrato, e livellarlo con il dorso di un cucchiaio. Disporre le pere sopra al composto formando un cerchio e riempiendo anche il centro. Io ho aggiunto qualche scaglia di cioccolato fondente prima e dopo lo strato di pere.
Per preparare la copertura, mischiare la farina e lo zucchero in una ciotola, poi unire il burro fuso e, aiutandovi con una forchetta, formare delle grosse briciole (streusel). Unire anche le mandorle a lamelle, mescolando. Cospargere lo streusel sopra le pere ed infornare per 45 minuti circa. 
Lasciar raffreddare la torta nello stampo per 20 minuti, prima di sformarla, passando una spatola lungo i bordi, se necessario (nel mio caso non è servito, perché la torta si è staccata dallo stampo senza problemi). Se utilizzerete uno stampo dal fondo amovibile, posizionare la base dello stampo sopra ad un barattolo capovolto e togliere delicatamente l'anello, facendolo scendere verso il basso. Con l'aiuto di una paletta far scivolare la torta su una gratella e lasciar raffreddare. Poco prima di servire, spolverare la superficie con lo zucchero a velo.

8 commenti:

  1. Mamma mia deve essere una bontà questa torta, e approvo tutte le tue modifiche
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. ottima!!! salubre e golosa!!! hai trovato il giusto equilibrio. Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao splendida, fai venir voglia di andare in cucina a prepararla ;-) Per il week ti mando mail, ok? Oh, entriamo insieme e poi tu puoi andare dalle tue fans ;-)

    RispondiElimina
  4. cara silvia, quello streusel è troppo invitante....!!
    ti ringraziamo tantissimo per il tuo contributo allo Starbooks, ma purtroppo non sono valide ricette tratte dal libro in corso... ci vediamo il mese prossimo, ok?
    grazie ancora e un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Stella, mi piace anche in questa versione!!! Per quanto riguarda il colore, credo proprio che le mandorle con la pelle, e lo zucchero di canna molto grezzo, abbiano donato un colorito più deciso, ma non è certo un problema, anzi potrei provare pure io la prossima volta....
    Mi dispiace per lo Starbook Redone di questo mese, ma ti aspettiamo con altre ricette... c'è ancora tanto tempo, e con le ricette dei vecchi libri, c'è l'imbarazzo della scelta ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma infatti non ci indovino mai con le regole e le date ah ah!
      Comunque ho comprato proprio oggi la farina di mandorle e le mandorle a lamelle perchè domani la rifaccio :-D

      Elimina
  6. Non c'è storia, ogni volta che passo da te trovo sempre ricette super appetitose che vorrei replicare seduta stante!
    Spero davvero troverai il tempo per partecipare alla mia raccolta, sulle ricette più richieste, nella vita e sul web!
    http://crocedelizia.wordpress.com/2013/09/11/far-frequently-asked-recipes-la-nuova-raccolta-di-cle/
    A presto

    RispondiElimina